Gli amici possono influenzare le paure e l’ansia dei bambini

Gli amici possono influenzare le paure e l’ansia dei bambini
Gli amici possono influenzare le paure e l’ansia dei bambini

I genitori spesso possono essere la causa di come i bambini reagiscono alle paure, ma un nuovo studio suggerisce che anche gli amici possono essere un’influenza negativa o positiva nella risposta alle paure da parte dei bambini. Se trascurate queste influenze, possono influenzare la vita adulta del bambino.

In un esperimento, i ricercatori hanno dato a dei bambini in età compresa tra i 7 e 10 anni delle informazioni spaventose su degli animali. Dopo, mediante l’intervento di un psicologo hanno valutato come si sentivano i bambini da soli e come queste informazioni hanno influenzato le discussioni dei bambini con i propri amici.

Evoluzione della personalità


Dopo aver parlato con i propri amici, i bambini tendevano a spostare le proprie opinioni verso l’opinione degli altri loro amici. In pochi giorni, lo studio ha riscontrato un netto cambiamento nell’opinione che i bambini avevano sugli animali presi in considerazione durante i loro discorsi.

Gli studi, dimostrano che i bambini tendono a scegliere i propri amici in base a delle caratteristiche comuni con la propria personalità. Grazie alle interazioni, la loro personalità evolve assimilando le informazioni che recepisce e diventando più simile al pensiero degli amici più compatibili.” Queste sono le dichiarazioni di Jinnie Ooi, una ricercatrice dell’Università dell’East Anglia in Inghilterra.

Nello studio appena concluso, ci sono una serie di prove dove un sintomo di ansia e di paura ha portato i bambini a provare quelle sensazioni ancora prima di partecipare alla discussione.” Come succede negli adulti con la paura di parlare in pubblico, che li può fermare ancora prima di salire su un palco o iniziare una conferenza al lavoro, i bambini inconsciamente erano già predisposti a provare ansia e paura.

I disturbi d’ansia sono una delle malattie mentali più comuni, che colpisce quasi un adulto su cinque. I sintomi spesso sorgono durante l’infanzia, a causa di una serie di eventi o cattive influenze che si ripetono negli anni. Dopo aver parlato con i propri amici, i bambini tendono ad assimilare le paure dei propri amici e a farle diventare proprie paure.

Una possibile soluzione per l’ansia infantile

Come alcune discussioni hanno portato nei bambini uno stato di ansia, in altri casi si è verificato l’esatto contrario. Coppie di ragazzi hanno mostrato una diminuzione significativa nelle loro credenze e paure legate alle discussioni che gli psicologi hanno loro fornito.

I pensieri delle paure legate ai bambini non sono necessariamente negative quando parlano tra di loro, ma spesso sono legate ad amici ansiosi o che già hanno paura di un determinato argomento. Questo piccolo studio, che per il momento non si può definire provante, visto l’esiguo numero di bambini coinvolti nell’esperimento, dovrebbe prendere in considerazione anche l’ambiente familiare e la genetica per ottenere delle risposte più concrete.

I risultati comunque, suggeriscono che molte delle ansia dei bambini sono determinate dagli amici che frequentano. La loro ansia contribuisce a trasmettere uno stato d’ansia nei bambini con cui parlano. Una speciale terapia, potrebbe aiutare a ridurre l’ansia nei bambini aiutando le coppie di bambini a discutere e risolvere i timori in modo più positivo.