Venezuela, instabilità e crisi politica

Venezuela, instabilità e crisi politica
Venezuela, instabilità e crisi politica

Un anno e mezzo dopo le elezioni, continua e regnare la crisi politica e l’instabilità economica in tutto il paese.

Da quando gli oppositori di Chavez un anno e mezzo fa hanno preso le redini del governo, non si vede fine alla crisi politica e alla instabilità economica in cui è finito il paese.

I titoli di stato del Venezuela, così come di tante altre nazioni dell’America Latina sono da sempre un affare che può fare molta gola, ma gli investitori devono tenere molto in considerazione delle difficoltà economiche e politiche che regnano in questi paesi.

Standard & Poor’s ha rilasciato da poco dei dati che lasciano poche speranze per questo paese, poiché le proiezioni danno un probabile downgrade del mercato dei bond per il Venezuela. Con un mercato dove i rendimenti delle obbligazioni sono molto vicine allo zero (e in alcuni casi si è anche visto il segno meno), il rendimento di alcuni titoli di stato possono sembrare delle occasioni davvero ghiotte e impossibili da farsi scappare. Il rischio in queste nazioni, dove le instabilità politiche e una economia ancora traballante la fanno da padrone purtroppo rendono veramente rischioso un investimento.


Il default aleggia inesorabile

Come spesso accade in queste nazioni dell’America Latina, i sottoscrittori di obbligazioni governative rischiano di vedersi scappare da sotto mano tutti i propri soldi nel giro di pochi giorni. L’Equador nel 1999 e nel 2008, il Perù nel 2000, l’Uruguay nel 2003 e l’Argentina nel 2001 e nel 2014 sono solo alcuni degli esempi in cui i default hanno fatto man bassa di tutte quelle obbligazioni governative che dovevamo portare beneficio al paese.

Con il complicarsi della situazione politica in Venezuela, non ci sarebbe nulla da stupirsi se nel giro di qualche mese la nazione mettesse in atto un default. Dopo un decennio di forte espansione economica, grazie alla presenza sul suolo nazione di molte risorse di materie prime che facevano gola all’economia cinese in forte crescita, l’attuale situazione economica cinese sta mettendo in grave difficoltà tutte le nazioni a lei legata.

America Latina in fallimento?

La situazione del Venezuela è appesa ad un filo, ma di sicuro non è l’unica nazione dell’America Latina che al momento rischia grosso. Gli analisti di tutto il mondo sono preoccupati anche del Brasile, dove sono disponibili una serie di bond decennali che offrono un rendimento superiore al 10%.

Il basso tasso di crescita dell’economia brasiliana degli ultimi anni, che è in forte calo vista la situazione politica ed economica in cui si trova il paese, non è riuscita a risalire neanche quest’anno grazie ai giochi olimpici. L’incremento del deficit pubblico, che non appresta a diminuire in questo 2016, rende sempre più rischioso un investimento in questa nazione.

Le previsioni per i prossimi anni non sono certamente rosee, poiché lo stato dovrà ricorrere ai fondi della spesa pubblica per cercare di dare sostegno a un’economia vacillante che non dà segno di volersi stabilizzare.